News

Ville lago di Como

Lago di Como immobili di lusso e ville sul lago: i russi sedotti dal Lario

Lago di Como immobili di lusso e ville sul lago: i russi sedotti dal Lario

Il Lago di Como si conferma una delle zone italiane più interessanti e richieste fra gli immobili di lusso. A darne conferma sono i dati Yandex, principale motore di ricerca della Russia, che mostrano un sensibile interesse da parte dei magnati per la zona del Lario.

Giulio Gargiullo, esperto di digital marketing, ha commentato questi dati: “Da uno studio che ho condotto personalmente grazie a dati Yandex, notiamo il trend crescente di interesse da parte dei cittadini russi per il Lago di Como e gli immobili di prestigio. La predilezione è per immobili molto grandi per investimenti personali o aziendali. Forte importanza viene data alla storia dell’edificio stesso e all’architettura e al design ricchi”. 

Il Lago di Como in cima alle location di lusso più ambite all’estero

Quali sono, dunque, i parametri da soddisfare per intrigare questi compratori top level? “L’immobile deve offrire una vista unica ed esclusiva, possibilmente legata a celebrità o noti architetti o costruttori del passato o contemporanei. Viene richiesto, dai russi come dagli altri acquirenti, una location che garantisca esclusività, lusso ma assieme alla sicurezza dove si intende un connubio fra posizione, possibilità di spostamento, discrezione e possibilità di controllare il territorio“.

A questa impennata di interesse si lega anche l’ascesa inarrestabile del turismo lacustre registrata lo scorso anno, che ha segville lago di comonato un aumento del +7,1% in più rispetto lo stesso periodo dell’anno precedente .

Non solo russi

Lago di Como immobili di lusso e ville sul lago: i russi sedotti dal Lari. Non è soltanto la Russia a guardare al Lago di Como con crescente interesse; alla lista si aggiungono altri paesi quali Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Danimarca e Paesi Bassi. 

In questo senso è importante far conoscere al turista o al potenziale cliente, già dalla sua partenza dalla nazione di origine, le attività già che dovrà visitare, comunicandole già molto prima della sua partenza, in modo che l’ospite venga totalmente informato e fidelizzato circa l’attività e le persone che incontrerà”.

Il turismo a Como ha segnato lo scorso anno un aumento di +7,1% in più rispetto lo stesso periodo dell’anno precedente (oltre 463.000 fra arrivi e presenze nei primi mesi del 2016). Le strutture ricettive lariane sono state frequentate da 144.000 (+6,2%) turisti italiani, mentre i turisti stranieri hanno fatto registrare 319.000 presenze (+7,5% rispetto allo stesso periodo del 2015). Ed è stato rilevato un forte interesse per gli immobili di prestigio. Sul Lario la principale domanda, su questo fronte, non giunge soltanto dalla Russia, ma anche da Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Danimarca e Paesi Bassi.
Condividi... Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone